Future Vs. Future: come assicurarti che la tua musica non finisca sul profilo Spotify sbagliato

Spotify e Apple Music hanno sviluppato i propri sistemi interni per tracciare i profili artista. Spotify assegna un codice URI.

La settimana scorsa, il radar delle release di Spotify ha segnalato qualcosa di strano per i fan del rapper Future. Al posto dei bassi, della musica hip pop con tendenza pop della voce di Future, gli ascoltatori si sono trovati dinanzi a un brano groove con testi in tedesco. Molti fan hanno pensato, quindi, che il profilo Spotify del rapper americano fosse stato hackerato. In realtà non c’è stata alcuna violazione. Una sorta di bug all’interno di Spotify, ha fatto sì che un rapper tedesco di 15 anni, anche lui chiamato Future, condividesse il suo primo brano con i 21 milioni di fan dell’americano Future.

“Svegliarsi è stato surreale”, ha dichiarato Emre, il Future della Renania del Nord-Vestfalia, in Germania, che ha un canale per il gaming su YouTube con 500 iscritti. “In realtà tutto è andato più che bene perché in questo modo tante nuove persone hanno conosciuto il mio mix-up di debutto”.

Sebbene questo rappresenti un esempio estremo, con oltre 20.000 tracce inserite su Spotify al giorno, di certo esistono diversi nomi di artisti duplicati. Come fare ad esser certo che il tuo nome finisca nel profilo giusto? In questo articolo, cercheremo di capire come fanno le tracce a finire sul profilo dell’artista sbagliato e vedremo come risolvere questo problema.

Ciò che è successo a Emre è dovuto al modo in cui Spotify gestisce i metadati. Per comprenderlo meglio basta pensare ai metadati Spotify come tag. Taggando i brani, Spotify tiene traccia di ogni cosa, dagli artisti ai compositori sino alle informazioni sul copyright per la gestione dei compensi. Altri tag come EAN e ISRC aiutano, invece, a tener traccia dei flussi delle vendite su ogni piattaforma.

Spotify e Apple Music hanno sviluppato i propri sistemi interni per tracciare i nomi degli artisti. Spotify, nello specifico, assegna ad ogni artista un codice denominato URI. Apple Music, invece, utilizza un codice inserito all’interno dell’URL della pagina. La mancata indicazione di questo codice, prima dell’uscita del brano, può concretizzarsi nell’inserimento del brano su un profilo artista sbagliato.

Quindi: come essere sicuro che la tua musica appaia sul profilo corretto? Se non vuoi modificare il tuo nome (il modo migliore è eliminare alcune vocali, ad esempio “The Weeknd”), la cosa migliore da fare è comunicare con il distributore prima della pubblicazione della tua traccia.

Se distribuisci la tua musica attraverso iMusician, sarà più semplice esser certo di non aver brutte sorprese. Se hai pubblicato online musica tua, inviaci l’URI Spotify e l’URL di Apple Music. Troverai il link al modulo da compilare, nella mail di conferma. Se nella tua uscita sono inclusi altri artisti (ad esempio “Feat.”, “Remixer”), ricordati di fornirci anche i loro URI e URL.

Puoi trovare la tua URI Spotify qui:

Se non hai mai distribuito delle tracce prima d’ora, inviaci la tua musica almeno 15 giorni prima della data di di rilascio. Esegui un controllo su Spotify e Apple Music e accertati che non vi siano altri artisti con il tuo nome. Se è così, comunicacelo al più presto. Otterremo per te la URI Spotify e la Apple Music URL : in questo modo potrai verificare con anticipo eventuali incongruenze.

Se invece hai già pubblicato il tuo brano ma è stato inserito su un profilo artista sbagliato, invia una mail al nostro team Artist & Label Relations specificando il titolo dell’uscita, il link del brano, il link che rimanda al profilo artista sbagliato, e il link alla tua pagina artista corretta. Se invece non possiedi un profilo artista, ne creeremo una per te.

Probabilmente ogni artista vorrebbe svegliarsi una mattina e constatare che il brano del suo debutto ha ottenuto migliaia di ascolti, perché è stato lanciato dal profilo di un big della musica: ma non pensare di cambiare il tuo nome d’arte in Beyoncé! Esistono, infatti, diverse misure di sicurezza che impediscono di dirottare i fan di un artista molto famoso verso un artista sconosciuto. Per esempio, abbiamo un elenco di nomi che non possono essere approvati per la distribuzione. Si tratta di nomi di artisti internazionali che hanno raggiunto ormai un enorme successo (ad esempio, Madonna, Jimmy Buffet, Lady Gaga, ecc). Spotify e altre piattaforme possiedono elenchi simili. Quindi non avere idee folli e non provare nemmeno ad acquistare stream Spotify.

Riguardo Emre, il 15enne scrive: “Ho rivendicato il mio profilo di artista … e sì, questo è il mio”.

Crea un account gratuito